Con te e senza di te

Nelle profonde e illuminanti pagine di Con te e senza di te Osho riflette sul tema dell’amore. L’amore affrontato in tutti i suoi aspetti spirituali e fisici e in tutte le sue forme dal punto di vista affascinante e rivoluzionario del grande mistico indiano.

Una lezione fondamentale di un maestro contemporaneo che ancora una volta illumina e spiazza con la sua inconfondibile alchimia di leggerezza e profondità.

«L’amore non è un bisogno, ma un traboccare… L’amore è un lusso. È abbondanza. Significa possedere così tanta vita che non sai più cosa farne, quindi la condividi. Significa avere nel cuore infinite melodie da cantare; che qualcuno ascolti o no è irrilevante. Anche se nessuno ascolta, devi comunque cantare, devi danzare la tua danza.»
Osho è un Buddha contemporaneo la cui saggezza, che unisce chiarezza di visione a un forte senso dell’umorismo, ha toccato la vita di milioni di persone in ogni parte del mondo.
Con i suoi discorsi, e il suo lavoro di rinnovamento nella dimensione della meditazione, ha messo le basi per la nascita di ciò che egli definisce l'”Uomo Nuovo”: un essere umano del tutto discontinuo dalla lunga marcia della follia che sembra riassumere la vita del genere umano del passato; un uomo nuovo la cui esistenza si fonda sulla consapevolezza, l’affermazione della vita e la libertà.

Cleo commenta:

Con te e senza di te  è un libro fragrante. Racconta i profumi dell’amore, in tutte le sue sfaccettature. L’amore è uno e abbraccia tutto. Una volta che entriamo in contatto con la fonte di questa energia pura, che è la nostra essenza, siamo in grado di amare noi stessi, tutto quello che sta intorno a noi, quello che noi scegliamo di fare e vivere.
L’amore non va rivolto a un oggetto o a una persona. L’amore è la gratitudine per   la vita nella sua interezza. “Nel momento in cui sei in contatto con la tua anima l’amore non  si trasforma in una relazione, è semplicemente una tua ombra. Ovunque tu vada, con chiunque ti accompagni, sei in amore….Puoi tenerlo nella mano aperta, ma non nel pugno. Non appena le mani si chiudono, sono vuote; non appena si aprono, l’intera esistenza è alla tua portata..Servi l’amore attraverso la persona amata in modo da non attaccarti mai a quest’ultima. E quando non si è attaccati alla persona amata, l’amore raggiunge le vette più alte. L’attaccamento è una forma di gravità; il non attaccamento è grazia. Ricerca, medita sull’amore, sperimenta. L’amore è il più grande esperimento della vita; e coloro che vivono senza sperimentare l’energia dell’amore non sapranno mai che cos’è la vita. Si limiteranno a restare sulla superficie, senza scendere nelle sue profondità…L’amore ti rende ribelle, rivoluzionario; ti dona le ali per alzarti in volo, ti dà l’intelligenza per capire le cose…Un uomo che ama se stesso compie il primo passo verso l’amore autentico. L’amore non conosce doveri, è una gioia, una condivisione. Dimenticati il mondo, la società, le utopie…resterai vivo ancora per pochi anni; goditeli, divertiti, sii felice, danza, ama e grazie al tuo amore, alla tua danza, al tuo profondo egoismo l’energia comincerà a straripare. Sarai in grado di condividere con gli altri. L’amore, per me, è una delle cose più egoiste che esistano”.
Amore è imparare a relazionarsi dimenticando la relazione. La relazione dà sicurezza ma non autenticità. Il relazionarsi senza connotazione che danno una  definizione al rapporto ci allena a muoverci fluttuando nella vita, in quella libertà che fa espandere l’amore, anziché opprimerlo all’interno di schemi predefiniti. Sperimenti  così una qualità e una dimensione nuova dell’amore.